Questo sito contribuisce alla audience di

Chevalier, Michel

economista francese (Limoges 1806-Montplaisir, Hérault, 1879). Dapprima seguace delle teorie di Saint-Simon, si convertì in seguito a quelle liberiste divenendone uno dei più attivi sostenitori. Porta infatti anche il suo nome il trattato commerciale (Trattato Cobden-Chevalier) concluso nel 1860 tra l'Inghilterra e la Francia. Fu un teorico superficiale ma un egregio autore di ricerche empiriche come quelle sulle vie di comunicazione negli USA e sulla crisi economica inglese, entrambe svolte su incarico del governo francese. Le sue opere più famose sono: Lettres sur l'Amérique du Nord (1836), Des intérêts matérials de la France (1838).