Questo sito contribuisce alla audience di

Chivasso

comune in provincia di Torino (23 km), 183 m s.m., 51,31 km², 23.648 ab. (chivassesi), patrono: beato Angelo Carletti (27 agosto).

Cittadina della pianura torinese, situata sulla sinistra del Po, presso la derivazione da questo del canale Cavour, aperto nel 1866. L'abitato si sviluppa a N e a S della strada statale Padana superiore che l'attraversa in senso longitudinale.È forse la romana Clauasium, che in epoca carolingia fece parte della marca di Ivrea, poi (sec. XII) appartenne ai marchesi del Monferrato e quindi (sec. XV) ai Savoia. Da questi nel 1690 fu elevata a città.§ Il monumento più interessante è il duomo, in puro stile gotico, iniziato nel primo Quattrocento; nella facciata una cornice di terracotta racchiude il portale ogivale e un rosone; all'interno è una Deposizione di Defendente Ferrari, nativo della città. Ben conservato è il Palazzo Comunale.§ Per antica tradizione Chivasso è uno dei più frequentati mercati piemontesi di bestiame e di verdure. La città, importante nodo stradale e ferroviario, ha però nell'industria la sua risorsa principale: aziende operano nei comparti meccanico, metallurgico, chimico, tessile, alimentare, delle pelletterie, della gomma, dell'abbigliamento e del legno. È sede di una centrale termoelettrica. § Noto è il Carnevalone, manifestazione carnevalesca, con sfilata di carri, che si tiene la prima domenica di Quaresima.

Media

Chivasso.