Questo sito contribuisce alla audience di

Clift, Montgomery

attore cinematografico statunitense (Omaha, Nebraska, 1920-New York 1966). Attore di teatro, a cominciare dal 1948 (Il fiume rosso, Odissea tragica) impose sullo schermo uno dei personaggi di disadattato più sensibili del dopoguerra. Isolato, tormentato, segnato da un incidente automobilistico nel 1956, fu scelto da registi di cartello per esprimere il dolore e il destino di vivere. Tra le sue interpretazioni più note si ricordano L'ereditiera (1949), Un posto al sole (1951), Stazione Termini (1952), Da qui all'eternità (1953), I giovani leoni (1958), Vincitori e vinti (1961). Impersonò Freud in Passioni segrete (1962).

Media


Non sono presenti media correlati