Questo sito contribuisce alla audience di

Colómbo, Realdo

medico italiano (Cremona ca. 1520-? 1559). Allievo di Vesalio, gli succedette nella cattedra di anatomia a Padova (1544), fu poi a Roma, medico alla corte di Paolo III. Scrisse De re anatomica (postumo, 1559) in cui, confutando la dottrina sul moto del sangue secondo il sistema anatomo-fisiologico di Galeno, affermò l'impervietà del setto interventricolare, sostenne che la vena polmonare porta sangue e non aria e descrisse con chiarezza la piccola circolazione, o circolazione polmonare.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti