Questo sito contribuisce alla audience di

Corréggio, da-

famiglia del contado di Reggio la cui fortuna ebbe inizio nel sec. XIII con Gherardo, podestà di Parma, Modena-Reggio e Genova. Suo figlio Guido fu podestà di Genova, Bologna, Modena e Piacenza, capitano del popolo a Firenze e Modena. Eletto nel 1285 capitano d'armi a Parma, difese la città dalla fazione favorevole alla signoria di Azzo d'Este. Alla sua morte, il figlio Ghiberto si fece eleggere signore della città (1303); ma nel 1316 perdette la signoria. La riconquistò nel 1341 il figlio Azzo, mecenate e amico del Petrarca, dal quale si vide dedicare De remediis utriusque fortunae. Ma nel 1344 Azzo vendette il suo dominio a Obizzo d'Este e da ciò la guerra tra Luchino Visconti e gli Estensi. In seguito all'accordo tra le due potenti famiglie, i Correggio decaddero notevolmente, nonostante riuscissero a mantenere il piccolo principato indipendente sino ai primi decenni del sec. XVII.