Questo sito contribuisce alla audience di

Corsini, Tommaso

uomo politico (Firenze 1767-Roma 1856). Fratello di Neri, andò in ambasceria a Bologna con il Manfredini e il Pignotti per distogliere Napoleone dal marciare sulla Toscana (1796). Chiamato a Parigi a far parte del Senato (1809) e nominato conte dell'Impero, dopo la Restaurazione si trasferì a Roma dove fu creato senatore una prima volta da Pio VII (1818) e una seconda da Pio IX (1847). Alla fuga del papa a Gaeta fece parte della giunta di governo ma, contrario alla Costituente, lasciò la città. Ritornato dopo il rientro di Pio IX, fece parte della Consulta per le finanze.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti