Questo sito contribuisce alla audience di

Euclide di Mègara

filosofo greco (ca. 450-ca. 380 a. C.). Discepolo di Socrate, dopo la sua morte fondò la scuola megarica nella quale unì la dottrina del maestro con quella eleatica. Sostenne che il Bene è uno e che la molteplicità dei nomi (Saggezza, Intelligenza, Dio) usati per designarlo è frutto di semplice convenzionalità. Altrettanto unica è la virtù, che è conoscenza del Bene. In logica è il fautore di quella “dialettica dell'assurdo” che tende a dimostrare l'incompatibilità di ogni proposizione che implichi il molteplice e il divenire.