Questo sito contribuisce alla audience di

Fabrìzio Luscìnio, Gàio

(latino Caíus Fabrícius Lusciníus), console romano. Nel 282 a. C. partecipò alla guerra contro Taranto, liberando Turi. Fu esaltato dalla tradizione per il disinteresse, la semplicità di vita, la grande onestà: Pirro, dal quale era stato mandato come legato, non riuscì a corromperlo, né a spingerlo al tradimento con le minacce.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti