Questo sito contribuisce alla audience di

Federico Guglièlmo II

re di Prussia (Berlino 1744-1797). Succedette nel 1786 allo zio Federico II. Di carattere debole, subì gli intrighi di corte; permise la repressione antilluminista del ministro Wöllner (1788) e l'istituzione della censura (1791). In politica estera mirò a espandersi a spese della Polonia. Avviò perciò accordi con l'imperatore Leopoldo II (1791), con cui entrò in guerra contro la Francia rivoluzionaria (1792); nel 1795 trattò la Pace di Basilea per poter curare i propri interessi nella spartizione della Polonia, in cui ottenne tra l'altro Danzica, la Posnania, la Lituania e Varsavia.

Media


Non sono presenti media correlati