Questo sito contribuisce alla audience di

Feinmann, Josè Pablo

scrittore argentino (Buenos Aires 1943). Docente di filosofia presso l'Università di Buenos Aires, ha esordito come saggista nel 1974 con El peronismo y la primacía de la política (Il peronismo e il primato della politica). Studioso del fenomeno peronista, ossessionato dal tema della violenza nella storia dell'Argentina, si è poi dedicato alla narrativa dalla fine degli anni Settanta. I romanzi di Feinmann, tendenti al giallo con sfumature umoristiche, sono influenzati dal linguaggio cinematografico e si sviluppano spesso in vicende di grande impatto visivo, caratterizzate da improvvisi colpi di scena e da dialoghi fulminanti. Tra i romanzi più noti si menzionano Últimos días de la víctima (1979; Gli ultimi giorni della vittima), El ejército de ceniza (1986, L'esercito di cenere), La astuzia de la razón (1990; L'astuzia della ragione), El cadáver imposible (1992; Il cadavere impossibile) e Los crímenes de Van Gogh (1994: trad. it. Cinebrivido), giallo grottesco su un autore di un soggetto cinematografico che per stupire i produttori presenta la sua storia horror già applicata nella realtà. Nel 2005 pubblica Il giorno della madre, romanzo che racconta il difficile rapporto che lega una madre e un figlio, il desiderio di quest'ultimo di ucciderla e la problematica storia personale del protagonista; L'ombra di Heidegger (2007) racconta le compromissioni col regime nazista del più importante filosofo del XX secolo.

Collegamenti