Questo sito contribuisce alla audience di

Gabrièle Romano

zar dei Bulgari, detto Radomir (m. 1015). Nel 1014 i Bizantini, guidati dall'imperatore Basilio II Bulgaroctono, sconfissero lo zar Samuele, padre di Gabriele Romano, e si apprestavano ad annettere tutti i territori bulgari. Gabriele Romano volle stipulare trattative di pace, ma i suoi insuccessi rafforzarono le posizioni del cugino Giovanni Ladislao, fautore della lotta a oltranza, e Gabriele Romano venne assassinato.