Questo sito contribuisce alla audience di

Galimbèrti, Tancrédi, detto Dùccio

antifascista italiano (Cuneo 1906-Centallo, Cuneo, 1944). Avvocato e studioso di diritto penale, nel 1942 fu tra i fondatori del Partito d'Azione di Cuneo e dopo l'8 settembre 1943 organizzò la prima formazione Italia Libera da cui ebbero origine la I e II divisione Giustizia e Libertà. Guidò la delegazione italiana che firmò gli accordi di Barcellonette con i partigiani francesi (24 maggio 1944). Catturato dai fascisti, venne trucidato; alla sua memoria è stata conferita la prima medaglia d'oro al valor militare a un partigiano.