Questo sito contribuisce alla audience di

Gandhi, Rajiv

uomo politico indiano (Bombay 1944-Sriperumpudur, Madras, 1991). Figlio di Indira Gandhi, compì i suoi studi in Gran Bretagna, dove ottenne anche il brevetto di pilota, professione cui si dedicò una volta tornato in patria. Deputato dal 1981, in seguito all'assassinio della madre (1984) divenne primo ministro, carica che avrebbe conservato sino al 1989, quando il Partito del Congresso “I”, di cui Gandhi era il leader, subì una dura disfatta elettorale. Nei due anni di instabilità politica che seguirono la sconfitta del Partito del Congresso “I”, Gandhi aveva tentato di rilanciare il suo ruolo e quello del suo partito come unica forza di stabilità, in un Paese composito come l'India, ma, proprio quando sembrava che un suo trionfo fosse a portata di mano, in occasione delle elezioni generali per il rinnovo del Parlamento federale, fu assassinato (21 maggio 1991) in un attentato a opera di guerriglieri tamil.

Media


Non sono presenti media correlati