Questo sito contribuisce alla audience di

García Calderón, Ventura

scrittore, poeta e critico peruviano (Lima 1887-Parigi 1959). Aveva una visione sociale del Perú chiaramente condizionata dalla cultura europea e dalla sua permanenza all'estero. Le sue compiaciute descrizioni di scene di violenza, di morte, di superstizione contribuirono a diffondere una immagine barbara e primitiva dell'elemento indio. Sintomatici di questo atteggiamento romantico-decadente sono i famosi racconti apparsi in La venganza del cóndor (1919) e tradotti in varie lingue. Di notevole importanza è la sua attività di critico letterario, diretta alla valorizzazione del patrimonio letterario peruviano (Dal romanticismo al modernismo: prosistas y poetas peruanos, 1910).

Media


Non sono presenti media correlati