Questo sito contribuisce alla audience di

Groscavallo

comune in provincia di Torino (58 km), 1110 m s.m., 93,39 km², 214 ab. (groscavallesi), patrono: santa Maria Maddalena (22 luglio).

Centro esteso nella val Grande di Lanzo, sulla sinistra della Stura di Val Grande; sede comunale è Pialpetta. Il territorio comprende l'intero bacino superiore della valle, dominato da un'imponente cerchia di monti. I principali nuclei abitati sono allineati lungo la strada di fondovalle. Nel 1330 sorgeva una casa-forte; nello stesso secolo erano attive miniere d'argento e di rame. Il paese fu colpito da alluvioni nel 1469, nel 1582 e nel 1789. § La parrocchiale è del secolo scorso; un'altra parrocchiale in località Bonzo, costruita nel 1671, ebbe la facciata rifatta nel 1960. Al sec. XIX risale il santuario di Forno Alpi Graie, collegato alla valle sottostante da una scala di 336 gradini. § Base di escursioni a rifugi alpini e di interessanti ascensioni, Groscavallo è frequentato centro di villeggiatura estiva e di sport invernali. Fiorente è l'allevamento di bovini e ovini, che alimenta l'industria casearia.