Questo sito contribuisce alla audience di

Hodgson, Shadworth Holloway

filosofo inglese (Boston 1832-Londra 1912). Nella sua opera principale, The Metaphysics of Experience (1898; La metafisica dell'esperienza), Hodgson si ricollega al criticismo kantiano di cui tuttavia ritiene necessario abbandonare un presupposto: la contrapposizione non mediabile tra soggetto e oggetto. L'analisi dell'esperienza dimostra invece che esiste da un lato il contenuto reale dell'esperienza e dall'altro l'atto della percezione di tale contenuto. Questi due elementi sono distinguibili, ma inseparabilmente connessi. La distinzione posta da Hodgson risponde all'esigenza di distinguere tra la validità oggettiva dell'esperienza e i fatti psichici, propria di tutto il neocriticismo europeo.

Media


Non sono presenti media correlati