Questo sito contribuisce alla audience di

Jäderin, Edvard

geodeta svedese (Stoccolma 1852-1923). È soprattutto noto per aver ideato un'apparecchiatura di misura delle basi geodetiche.

Apparato di Jäderin

Tipo di longimetro di precisione, usato per misurare la lunghezza delle basi geodetiche. È costituito da un filo o nastro in invar lungo 24 m, dotato ai due estremi di piastrine graduate in millimetri. Il filo passa nella gola di due carrucole sostenute da treppiedi e viene tenuto teso da due pesi uguali (10 kg) applicati alle estremità. Ad altri due treppiedi muniti di un centrino con linea di fede si appoggiano le estremità graduate del filo: la distanza tra i riferimenti dei treppiedi è data dalla corda di catenaria compresa tra le origini delle graduazioni delle piastrine e determinata accuratamente in precedenza, più le parti di queste tra le origini e le linee di fede dei treppiedi. La misura viene ripetuta con tre nastri diversi e a ogni operazione di lettura agli estremi del nastro si registra anche la temperatura per eventuali correzioni.

Media


Non sono presenti media correlati