Questo sito contribuisce alla audience di

Jacini, Stéfano, cónte (1827-1891)

uomo politico ed economista italiano (Casalbuttano, Cremona, 1827-Milano 1891). Di tendenze liberali-moderate, si interessò a fondo dei problemi economici e sociali della Lombardia (La proprietà fondiaria e le popolazioni agricole in Lombardia, 1856; Sulle condizioni economiche della provincia di Sondrio, 1858). Fu deputato della Destra dal 1860 al 1870, ministro dei Lavori Pubblici con Cavour nel 1860, poi ancora dal 1864 al 1867. Eletto senatore nel 1870, non approvò l'occupazione di Roma e il trasferimento della capitale. Il nome di Jacini resta soprattutto legato a una grande inchiesta agraria, promossa nel 1877, della quale egli fu coordinatore e relatore finale (1884).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti