Questo sito contribuisce alla audience di

Kozlov, Frol Romanovič

uomo politico sovietico (Loskinino 1908-Mosca 1965). Ingegnere metallurgico, membro influente del PCUS, sostenne Chruščëv nel 1957, fu vicepresidente del Consiglio (1958), poi entrò nella segreteria del partito per dirigerne l'organizzazione (1960). Contribuì alla caduta di Chruščëv, che pure nel 1959 l'aveva designato suo “delfino”. Colpito da emorragia cerebrale (1963), scomparve dalla scena politica.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti