Questo sito contribuisce alla audience di

Lèchi, Luigi

patriota (Brescia 1786-1867). Fratello di Giuseppe e di Teodoro, coinvolto nelle cospirazioni del 1821 e per questo imprigionato per un anno, nel 1848 fu presidente del governo provvisorio di Brescia. Nel 1860 fu nominato senatore del Regno d'Italia. Pubblicò un erudito saggio sulla topografia bresciana del sec. XV.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti