Questo sito contribuisce alla audience di

LAN

sigla dall'inglese Local Area Network (rete di comunicazione locale). Tipo di rete di comunicazione collegante una serie di elaboratori (nodi) situati in una zona circoscritta (entro il raggio di 10 km). Con la rete LAN è possibile disporre, con velocità di trasmissione che vanno dai centomila ai cento milioni di bit al secondo, di programmi di utilità centralizzati; basi di dati, sia distribuite sia centralizzate, periferiche comuni, quali stampanti o plotters. Un insieme di protocolli (regole per lo scambio di messaggi) governa il flusso delle informazioni nella rete. Questi standard determinano quando e come un nodo può iniziare un messaggio. Un'applicazione LAN all'interno di un'organizzazione si rivolge a tre livelli. Il gruppo di lavoro costituisce l'unità di base ed è generalmente costituito da un numero limitato di utenti che utilizzano personal computer intercomunicanti ed eventualmente periferiche condivise. L'area dipartimentale è caratterizzata dalla disponibilità di minielaboratori ed è formata da alcuni gruppi di lavoro. Infine l'organizzazione può disporre di un mainframe (o grande elaboratore) in cui sono centralizzati i dati aziendali e dove è possibile svolgere le elaborazioni più potenti. Il modello di riferimento di una rete LAN è costituito da tre ambienti: A) L'ambiente applicativo che fa riferimento sia ai terminali, sia agli elaboratori, alle periferiche e ai programmi e comprende anche i sistemi operativi in cui questi operano. B) Il sistema di trasporto delle informazioni comprendente sia i nodi della rete locale a cui si collegano gli utenti, sia i protocolli, che, ai diversi livelli applicativi, permettono il trasporto delle informazioni e la realizzazione delle sessioni trasmissive. C) Il sistema di cablaggio e di distribuzione, che comprende l'insieme dei cavi, dei fili, delle torrette e delle canaline che permettono di realizzare la connessione fisica fra i dispositivi hardware che costituiscono il sistema informativo e su cui viaggiano i segnali elettrici (cavi coassiali o doppini telefonici) od ottici (fibre ottiche) che rappresentano i dati di utente. Una rete LAN ha comunemente tre tipi di configurazioni topologiche. La topologia a bus, che usa un cavo singolo a cui tutti i dispositivi sono attaccati . L'informazione è trasmessa lungo la rete, dividendo i dati in pacchetti, ciascuno dei quali contiene l'indirizzo del dispositivo ricevente e il “messaggio”. La topologia ad anello, che usa un circuito a forma di anello . I dati, sotto forma di pacchetti, scorrono intorno all'anello da un dispositivo all'altro (ciascun dispositivo ha un'unità che, in funzione dell'indirizzo del segnale, accetta il messaggio o lo trasmette al dispositivo successivo, dopo averlo rigenerato). La topologia a stella, in cui ciascun dispositivo della rete è connesso direttamente a un controllore centrale. In questo caso il controllore centrale è responsabile dell'individuazione del percorso dei dati fra i dispositivi. I due protocolli più diffusi per la realizzazione di una rete LAN sono Ethernet (anche nella versione Fast Ethernet) e Token Ring.

Media


Non sono presenti media correlati