Questo sito contribuisce alla audience di

Lalande, André

filosofo francese (Digione 1867-Asnières 1963). Fu allievo di Boutroux e di Durkheim e insegnò alla Sorbona e all'Università egiziana del Cairo. La sua filosofia rappresenta un originale accostamento alla sociologia attraverso una particolare dottrina dell'evoluzione, intendendo l'evoluzione come un processo dall'eterogeneo all'omogeneo. Contrariamente a Spencer, Lalande vede in tale processo un movimento, positivo, di perdita di individualità e quindi, nel campo umano e sociale, di progressiva conversione alla socialità (tanto sul piano spirituale che su quello politico). Celebre il suo Vocabulaire technique et critique de la philosophie (1926).

Media


Non sono presenti media correlati