Questo sito contribuisce alla audience di

Lampugnani, Giórgio

giureconsulto milanese (m. Monza 1448). Nel 1447, alla morte di Filippo Maria Visconti, fu tra i capitani della Repubblica Ambrosiana e si avvalse del suo prestigio per incitare il popolo milanese contro Francesco Sforza. Divenuto, poi, sostenitore dello Sforza medesimo, fu catturato e decapitato.

Media


Non sono presenti media correlati