Questo sito contribuisce alla audience di

Lassa, fèbbre di-

malattia infettiva di natura virale altamente contagiosa, identificata per la prima volta nel 1969 a Lassa, un centro della Nigeria, e poi diffusasi in altri Stati dell'Africa (Sierra Leone, Liberia, Costa d'Avorio). La principale via di contagio è la contaminazione del cibo con le urine di un topo (Maxomis natatensis) ma è ammessa anche quella da uomo a uomo attraverso contatti con sangue, urine, feci, saliva. Oltre alla febbre alta si hanno brividi, intensa cefalea, faringite, sintomi gastrointestinali (vomito, dolori addominali), edema della faccia e del collo, linfo-adenopatia diffusa. Complicazioni, quali emorragie, insufficienza renale con proteuria, scompenso cardiaco e danni epatici, possono comparire già nella seconda settimana. La terapia è a base di antivirali e siero di convalescenti.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti