Questo sito contribuisce alla audience di

Latorre, Mariano

narratore e critico cileno (Cobquecura 1886-Santiago 1955). Fondatore e maggior rappresentante della corrente regionalista criollista, ha descritto nella sua produzione narrativa gli aspetti caratteristici del passaggio e della vita della sua terra. L'opera più rappresentativa di Latorre è il romanzo Zurzulita (1920), che si svolge in una valle della cordigliera della costa. L'ambiente e la legge dell'eredità sono proposti come fattori condizionanti della vita dei protagonisti, rendendo evidente l'influsso del naturalismo sull'autore. Tra le altre opere narrative di Latorre sono da ricordare: Cuna de cóndores (1912), Ully (1923), Chilenos del mar (1929), On Panta (1935), Hombres y zorros (1937; Uomini e volpi), Mapu (1942), Viento de Mallines (1942), Isla de los pájaros (1955; Isola degli uccelli).

Media


Non sono presenti media correlati