Questo sito contribuisce alla audience di

Limentani, Lodovico

filosofo italiano (Ferrara 1884-Dolo 1940). Docente di filosofia morale a Firenze, del positivismo accettò l'utilizzazione della filosofia come mezzo per migliorare la società, senza avallarne l'eccessivo schematismo (La previsione dei fatti sociali, 1907). In campo etico giunse al soggettivismo (l'atto volitivo è frutto dell'accordo tra la volontà e la coscienza individuale). Tra le opere: La morale della simpatia (1914), La morale di Giordano Bruno (1924).

Media


Non sono presenti media correlati