Questo sito contribuisce alla audience di

Litt, Theodor

pedagogista tedesco (Düsseldorf 1880-Bonn 1962). Professore nell'Università di Bonn e in quella di Lipsia, dal 1920 fu collocato a riposo durante il periodo nazista e, nel 1947, riprese l'insegnamento a Bonn. È fautore con E. F. Spranger di una filosofia e di una pedagogia che abbiano il loro fondamento nella metafisica hegeliana di cui valorizza la teoria dello Spirito Assoluto, respingendone, sulla scorta del pensiero di W. Dilthey, l'esasperato logicismo e apriorismo. Avversò con decisione la visione del mondo del “Terzo Reich” e le sue teorizzazioni in campo educativo. Le sue opere principali sono: Geschichte und Leben (1918; Storia e vita), Individuum und Gemeinschaft (1920; Individuo e comunità), Erkenntnis und Leben (1923; Conoscenza e vita), Denken und Sein (1948; Pensiero ed essere), Der lebendige Pestalozzi (1952; Il Pestalozzi vivente), Technisches Denken und menschliche Bildung (1958; Pensiero tecnico e cultura umana).

Media


Non sono presenti media correlati