Questo sito contribuisce alla audience di

Lomellini

famiglia genovese di probabile origine lombarda nota sin dal sec. XII con Vassallo di Lumello, console del comune di Genova (1137) e fondatore di un fiorente banco commerciale. Ricca e prospera grazie a numerose attività, ma soprattutto alla pesca del corallo che nel 1543 ottenne di esercitare in esclusiva nell'isola di Tabarca (Tabarka), annoverò tra i suoi membri numerosi politici, diplomatici e prelati. Tra essi Leonello (sec. XIV) fu uno dei componenti la maona a cui nel 1378 il doge N. Guarco affidò l'amministrazione della Corsica. Costretto ad abbandonare l'isola da una insurrezione, tentò di ristabilirvisi con l'aiuto di Carlo VI (1401) ma dovette ben presto riparare di nuovo a Genova dove morì; Battista (1460-1540), Gianotto (1519-1574), Giacomo (1570-1652), Giambattista (m. 1674), Stefano (sec. XVIII), Agostino (1709-1791) e Giuseppe (m. 1803), furono dogi biennali della Repubblica; Benedetto (1517-1579) e Giovanni Girolamo (m. 1659) furono cardinali nominati nel 1565 e nel 1652 e Goffredo (sec. XVI) fu ambasciatore genovese a Roma dal 1559 al 1599.

Media


Non sono presenti media correlati