Questo sito contribuisce alla audience di

Maèstro di Isacco

pittore operante ad Assisi alla fine del sec. XIII. Deve il suo nome a due affreschi con Storie d'Isacco nella Chiesa Superiore di S. Francesco (dove sarebbero di sua mano anche le Storie di Giuseppe, la Resurrezione e la Pietà). All'ambiente romano risalgono il denso chiaroscuro e il colorito intenso delle sue figure, solidamente costruite secondo moduli derivati da Arnolfo di Cambio e inserite nello spazio con ritmo e grandiosità tali che alcuni studiosi hanno identificato il Maestro col giovane Giotto.