Questo sito contribuisce alla audience di

Majkop, cultura di-

cultura eneolitica (IV-III millennio a. C.) che deriva il suo nome dalla città di Majkop e il cui svolgimento è strettamente collegato con quelle caucasiche di Kuban, da cui provengono gli aspetti maggiori che la caratterizzano. La cultura di Nalčik e quella di Majkop costituirono i due principali centri di sviluppo e di irradiazione delle culture caucasiche di Kuban, permeate da influenze transcaucasiche e dalla penetrazione di genti indeuropee insediatesi nel corso del III millennio e documentate dai tumuli reali, entro i quali sono stati rinvenuti fastosi e ricchi arredi funerari. La cultura di Majkop rappresenterebbe una fase successiva di Nalčik (detta anche fase del Kuban antico). Gli oggetti rinvenuti nei tumuli rivelano nella qualità della lavorazione dei metalli e nei caratteri tipologici di alcune statuette affinità con la Mesopotamia e l'Asia sudoccidentale. La maggior parte delle tombe reali di Majkop sono databili al III millennio a. C. e attestano l'uso di placche in oro come ornamento dei vestiti e di immagini animalistiche come motivo decorativo.