Questo sito contribuisce alla audience di

Milan (re di Serbia)

Obrenović, re di Serbia (Iasi 1854-Vienna 1901). Succedette nel 1868 a Michele III come principe di Serbia. Dichiarato maggiorenne nel 1872, impopolare per la sua politica autoritaria, nel 1876, per riacquistare prestigio, dichiarò guerra alla Turchia (consigliato anche dalla Russia). Sconfitto presso Aleksinac, poté salvarsi grazie all'intervento della Russia e alla sua vittoria sull'Impero ottomano (1877-78). Nel 1882, con l'appoggio dell'Austria, si proclamò re. Nel 1885 intraprese una disastrosa guerra contro la Bulgaria. Salvatosi solo grazie all'intervento austriaco, Milan fu costretto prima a concedere una nuova Costituzione e poi ad abdicare (1889). Nel 1894 ristabilì un regime personale poliziesco e tentò di riprendere il potere regale finché, dopo disaccordi anche col figlio, fu costretto all'esilio (1900).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti