Questo sito contribuisce alla audience di

Miramón, Miguel

generale e uomo politico messicano (Città di Messico 1832-Querétaro 1867). Militare di carriera, nella guerra civile tra liberali e conservatori (1858-60) fu alla testa di questi ultimi e nell'agosto 1860 si fece nominare presidente. Dopo la vittoria di Benito P. Juárez si rifugiò in Europa (gennaio 1861); tornò in Messico quando Massimiliano d'Asburgo fu nominato imperatore e si mise al suo servizio. Nel 1867, catturato con il suo sovrano, morì fucilato.