Questo sito contribuisce alla audience di

Molè, Enrico

uomo politico italiano (Catanzaro 1889-Roma 1963). Avvocato e giornalista, fu eletto deputato nel 1921 (e rieletto nel 1924) tra le file del Partito Socialista riformista. Fece parte del gruppo aventiniano e nel 1926 fu dichiarato decaduto. Ripresa l'attività politica dopo la caduta del fascismo, fondò il giornale L'indipendente (1944) e fu ministro dell'Alimentazione con Parri (1945) e della Pubblica Istruzione con De Gasperi (1945-46). Deputato alla Costituente come rappresentante del Partito Democratico del Lavoro, senatore di diritto (1948), indipendente di sinistra (1953) e comunista (1958), fu vicepresidente del Senato dal 1948 al 1958.