Questo sito contribuisce alla audience di

Montmasson, Rosalìa

patriota (Saint-Jorioz 1826-Roma 1904). Conobbe in Piemonte, dove si era rifugiata a seguito della restaurazione borbonica del 1849, Francesco Crispi, di cui divenne la fedele compagna e che seguì a Malta nel 1853. Donna di grande fermezza e coraggio, fece da staffetta agli esuli siciliani e nel 1860 partecipò alla spedizione dei Mille. Abbandonata da Crispi (1875), che sposò Lina Barbagallo (per cui fu sollevata contro di lui la famosa “questione morale”), morì in povertà e solitudine.