Questo sito contribuisce alla audience di

Morgan, Michèle

nome d'arte dell'attrice cinematografica francese Simone Roussel (Neuilly-sur-Seine 1920). Con Ch. Boyer in Delirio e con J. Gabin nel Porto delle nebbie fu, nel 1938, l'amante romantica ed enigmatica del cinema pessimista d'anteguerra. Rientrata in patria da un'infelice parentesi a Hollywood, vinse il premio del primo Festival di Cannes per la parte della ragazza cieca interpretata in Sinfonia pastorale (1946). Partner di G. Philipe in Gli orgogliosi (1953) di Y. Allégret e in Grandi manovre (1955) di R. Clair, diede in quest'ultimo film il suo splendido e malinconico addio di signora del cinema francese, pur continuando ad apparire sporadicamente sullo schermo (Landru, 1963; Benjamin, 1968; Il gatto, il topo, la paura e l'amore, 1975; Stanno tutti bene, 1990). Nel 1996 nell'ambito del Festival del cinema di Venezia le è stato assegnato il Leone d'Oro alla carriera.