Questo sito contribuisce alla audience di

Nina, o sia la pazza per amóre

opera in due atti di G. Paisiello, su libretto di G. B. Lorenzi tratto da una commedia di J. Marsollier des Vivetières, rappresentata al Teatro Reale di Caserta il 25 giugno 1789. Nina, ritenendo morto in duello l'amato Lindoro, smarrisce la ragione, ma il ritorno dell'amato guarisce la giovane. La vicenda dell'opera, una delle migliori e più fortunate di Paisiello, è tutta conchiusa nella descrizione della dolce follia d'amore della protagonista e nella partecipazione commossa dei suoi familiari.

Media


Non sono presenti media correlati