Questo sito contribuisce alla audience di

Nyman, Michael

compositore inglese (Londra 1944). Durante i suoi studi alla Royal Academy of Music e al King's College, si interessa particolarmente ai canoni inglesi dei sec. XVI e XVII e alla musica popolare, interesse che più tardi si rifletterà nelle sue creazioni. Tuttavia, dopo essersi diplomato, Nyman preferisce occuparsi di musica soprattutto nelle vesti di critico e, dal 1964 al 1976, scrive per varie testate e pubblica un saggio che è tuttora considerato come un testo di riferimento per lo studio della musica contemporanea Experimental Music-Cage and Beyond (1974). Dopo aver proposto una rilettura di musiche popolari veneziane del sec. XVIII per lo spettacolo teatrale II Campiello (National Theatre, 1976) Nyman inizia una vera e propria carriera di compositore. Raggiunge la notorietà soprattutto come autore di colonne sonore cinematografiche, collaborando a più riprese con il regista P. Greenway (I misteri del giardino di Compton House, 1982; Lo zoo di Venere, 1985; Giochi nell’acqua, 1988; Il cuoco, il ladro, sua moglie e l’amante, 1989; L’ultima tempesta, 1991) e con il regista francese P. Leconte (Il marito della parrucchiera, 1989; L’insolito caso di Monsieur Hire, 1990). Ma l'opera che gli assicura la definitiva celebrità è la colonna sonora del film di Jane CampionLezioni di piano (1993) venduta in più di 800.000 copie in tutto il mondo. Parallelamente, Nyman dimostra una ricca vena creativa componendo musica per spettacoli di danza (Quartetto n. 2 per la coreografa indiana Shobana Jeyasingh, 1988; The fall of Icarus, 1989), per la cantante tedesca Ute Lemper (Six Celan Songs, 1990) e per diversi strumenti (The Piano Concerto, 1993; Yamamoto Perpetuo, 1993; il Quartetto per archi n. 4, 1995; Concerto per trombone, 1996). Ha scritto inoltre un'opera sulla vita del poeta portoghese Fernando Pessoa presentata per la prima volta a Lisbona, in occasione dell'Esposizione universale del 1998.

Media


Non sono presenti media correlati