Questo sito contribuisce alla audience di

Osorgin, Michail

pseudonimo dello scrittore russo Michail Andreevič Ilin (Perm 1878-Chabry, Parigi, 1942). Arrestato dopo la rivoluzione del 1905, passò in esilio gli anni dal 1906 al 1916; dopo il 1917 fu presidente dell'Unione degli Scrittori e dal 1922 fu nuovamente esule. Dopo avere esordito come giornalista, si dedicò alla narrativa pubblicando numerosi racconti e romanzi di impronta realistico-ironico-sentimentale, tra cui Sivcev Vrazěk (1928), dal nome di un vicolo di Mosca, Testimone della storia (1932), Il libro delle fini (1935) e Il massone (1937).

Media


Non sono presenti media correlati