Questo sito contribuisce alla audience di

Palamède

(greco Palamedḗs). Eroe della mitologia greca: figlio di Nauplio, re ed eponimo di Nauplia, e di Catrea, figura tra i guerrieri che combatterono a Troia. Avversato da Ulisse, perché aveva scoperto i suoi maneggi per non partecipare alla guerra di Troia, fu da questi accusato di tradimento e fatto condannare a morte per lapidazione. A Palamede vengono attribuite numerose invenzioni: l'alfabeto o alcune lettere di esso, i numeri, il calcolo calendariale e vari giochi (dadi, astragali, dama).