Questo sito contribuisce alla audience di

Panagulís, Aléxandros

uomo politico greco (Atene 1939-Glyfada 1976). Militante dell'EDIN (Gioventù dell'Unione di Centro), dopo il colpo di stato del 1967 fondò il movimento Resistenza Ellenica. Condannato a morte nel 1968 per un fallito attentato a Papadópulos, in seguito alla mobilitazione dei democratici di tutto il mondo, ebbe la commutazione della pena all'ergastolo. Graziato nel 1973, riprese l'attività politica, dapprima in esilio, poi, dopo la caduta della dittatura (1974), in patria nelle file dell'Unione di Centro, di cui fu eletto deputato. Morì in uno strano incidente stradale denunciato dal suo partito come attentato.

Collegamenti