Questo sito contribuisce alla audience di

Pecoraro Scànio, Alfònso

uomo politico italiano (Salerno 1959). Attivo sin da giovanissimo nelle file dei movimenti radicali e nonviolenti, nel 1985 è stato eletto consigliere comunale al comune di Salerno, divenendo assessore nel 1987 e, successivamente, consigliere regionale. Nel 1992 viene eletto deputato per la Federazione dei Verdi. Ministro dell'Agricoltura nel secondo governo guidato da G. Amato (2000), dopo la sconfitta elettorale del centrosinistra alle politiche del 2001 è divenuto presidente della Federazione dei Verdi, accentuando il carattere antagonista e movimentista del partito che è così diventato uno dei soggetti della cosiddetta sinistra radicale. Candidato alle primarie del centrosinistra nel 2005, dal 2006 è ministro dell'Ambiente nel secondo governo Prodi.