Questo sito contribuisce alla audience di

Petrini, Giusèppe Antònio

pittore ticinese (Carona, Lugano, 1677-ca. 1759). Fu allievo del savonese B. Guidobono, probabilmente a Torino. La sua attività matura e documentata, che si concentrò soprattutto nel Canton Ticino e nel Ceresio (Lugano, tele in S. Antonio, 1715-16; Carona, affreschi nel santuario della Madonna dell'Ongero; Besano, affreschi nella parrocchiale), a Como, Bergamo, in Valtellina, conferma una cultura artistica pienamente settecentesca nell'attenzione per i napoletani, quali Solimena e Giaquinto, e per i veneti, in particolare il Piazzetta, ai quali si ispira il fermo plasticismo delle immagini sacre esaltato da luci improvvise e da gamme cromatiche fredde e schiarite.