Questo sito contribuisce alla audience di

Pianòpoli

comune in provincia di Catanzaro (36 km), 250 m s.m., 24,35 km², 2315 ab. (pianopolitani), patrono: san Tommaso d'Aquino (7 marzo).

Centro delle estreme propaggini della Sila Piccola, posto sul versante meridionale del monte Reventino. Edificato con il nome di Feroleto Piano in seguito alla distruzione di Feroleto Antico a causa del terremoto del 1638, appartenne ai D'Aquino, principi di Castiglione, fino al 1799, quando passò al demanio. Assunse l'attuale nome nel 1872. La parrocchiale di San Tommaso d'Aquino risale al 1642. § L'agricoltura produce legumi, olive, uva, foraggi, cereali e frutta (soprattutto agrumi). Importanti risorse provengono dall'allevamento ovino e caprino. È ancora sviluppato l'artigianato del legno e dei tessuti, soprattutto in lana. Alcune imprese sono attive nei settori alimentare (olio, vino lamezia DOC, conserve e formaggi) e dei materiali da costruzione.