Questo sito contribuisce alla audience di

Pleve, Vjaceslav Konstantinovič

(tedesco Plehwe), uomo politico russo (Lituania 1844-1904). Pubblico Ministero nel processo contro gli uccisori dello zar Alessandro II, fu poi direttore di polizia (1881-84), ministro di Stato nei Paesi baltici, in Polonia e Finlandia, infine ministro dell'Interno (1902). Operò con estrema durezza contro ogni forma d'opposizione al governo; mise in atto i peggiori metodi polizieschi, favorì sanguinosi pogrom contro gli Ebrei. Cadde ucciso dalla bomba del rivoluzionario Sazonov (28 luglio).

Media


Non sono presenti media correlati