Questo sito contribuisce alla audience di

Plutarco di Atène

filosofo greco (350-431/32). Fu il fondatore del neoplatonismo ateniese. Fra i suoi discepoli, che gli decretarono l'epiteto di “grande”, il più celebre fu Proclo. Caratteristiche sono in lui, come in tutta la sua scuola, la tendenza a conciliare Platone e Aristotele, nonché gli influssi di Plotino e dell'emanatismo. Circa la mediazione tra la dottrina aristotelica dell'intelletto e quella platonica della reminiscenza, sostiene che, pur avendo l'intelletto, unico, tutto il sapere fin dall'inizio, questo diviene attuale soltanto per la reminiscenza che si attua nello studio. Fra i suoi scritti, commenti al De Anima di Aristotele (perduti).