Questo sito contribuisce alla audience di

Portales, Diego José Víctor

uomo politico cileno (Santiago 1793-Cabriteria, Valparaíso, 1837). Uomo di grande ingegno e tenacia, diede la sua impronta al Cile della metà dell'Ottocento. Giornalista brillante, fondò due importanti giornali di impronta rigidamente conservatrice. Nel 1831 fu chiamato dal presidente generale Joaquín Prieto a ricoprire la carica di vicepresidente e, in seguito, di governatore di Valparaíso. Fu il vero ispiratore della Costituzione del 1833: perseguitò i liberali e fece tacere ogni opposizione. Non si curò dei problemi sociali e del miglioramento delle condizioni popolari, ma durante la sua amministrazione il Paese progredì molto sul piano economico. Nel 1836 dichiarò guerra al Perú e alla Bolivia, ma non ne vide la fine vittoriosa perché fu ucciso in un attentato.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti