Questo sito contribuisce alla audience di

Róssi Lemèni, Nicòla

basso italiano (Costantinopoli 1920-Bloomington 1991). Di madre russa, esordì nel 1946 alla Fenice di Venezia e nel Boris Godunov (come Varlaam) e si affermò in sede internazionale in un vasto repertorio che spaziava da Rossini a Verdi, all'opera russa e a lavori contemporanei, rivelandosi, per la completezza delle qualità vocali e interpretative, uno dei maggiori bassi del dopoguerra.

Media


Non sono presenti media correlati