Questo sito contribuisce alla audience di

Rădulescu-Motru, Constantin

pensatore romeno (Butoesti 1868-1957). Studiò a Bucarest e abbracciò in un primo tempo l'indirizzo positivistico. Studiò ancora psicologia a Parigi con Ribot, a Monaco con Stumpf e a Lipsia con Wundt, quindi insegnò all'Università di Bucarest sino al 1948, quando dovette abbandonare l'insegnamento per cause politiche. Diresse la società romena di filosofia e fondò nel 1905 la rivista Studi filosofici, organo della stessa. Nelle sue opere, tra cui si ricordano soprattutto Elementi di metafisica (1912) e Personalismo energetico (1927), il suo iniziale orientamento positivistico, a contatto con le nuove ricerche psicologiche, si risolve in un naturalismo secondo cui la realtà non è che la manifestazione dell'evoluzione dell'energia, e la coscienza umana il risultato ultimo di questo sviluppo.

Media


Non sono presenti media correlati