Questo sito contribuisce alla audience di

Stumpf, Carl

psicologo e filosofo tedesco (Wiesentheid, Baviera, 1848-Monaco 1936). Allievo di F. Brentano e di R. Lotze, succedette al primo nella cattedra di filosofia a Würzburg (1873). Insegnò successivamente a Praga, Halle, Monaco e infine, dal 1894, a Berlino. Con i suoi studi diede un fattivo contributo alla fondazione della fenomenologia. Inoltre compì studi ritenuti ancor oggi validi sulla psicologia della musica, e in particolare sulla “fusione tonale”. Viene considerato un precursore della psicologia della Gestalt: ebbe tra i suoi allievi due dei fondatori di questa scuola, W. Köhler e K. Koffka. Fra le sue opere: Über den psychologischen Ursprung der Raumvorstellung (1873; Dell'origine psicologica della rappresentazione spaziale), Tonpsychologie (1883-90; Psicologia del suono), Erscheinungen und psychische Funktionen (1907; Presentazioni fenomenali e funzioni psichiche), Erkenntnistheorie (postuma 1939; Teoria della conoscenza).

Media


Non sono presenti media correlati