Questo sito contribuisce alla audience di

Robèrto (imperatore latino)

di Courtenay, imperatore latino di Costantinopoli (m. 1228). Succedette al padre Pietro che, consacrato imperatore a Roma nel 1216, morì prima di raggiungere Costantinopoli nel 1218. Sotto la reggenza di sua madre Iolanda di Fiandra, poi (dal 1219) personalmente, vide sfaldarsi l'Impero Latino sotto l'urto del despota d'Epiro Teodoro Angelo, che all'originario despotato annesse Tessalonica, la Tessaglia e gran parte della Macedonia, e degli imperatori di Nicea, Teodoro Lascaris e poi Giovanni Ducas Vatatze, che annessero quasi tutti i territori asiatici, alcune isole dell'Egeo e parte della stessa Tracia, riducendo l'Impero Latino alla capitale e ai suoi dintorni e ai principati franchi della Grecia. Contemporaneamente si profilava la minaccia dei Bulgari. Roberto di Courtenay morì durante un viaggio di ritorno dall'Occidente, da lui intrapreso per sollecitare una crociata antibizantina, lasciando il trono al fratello minore Baldovino II, sotto la reggenza di Giovanni di Brienne, ex re di Gerusalemme.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti